venerdì 22 aprile 2011

Via Crucis




Le immagini di questa Via Crucis sono tratte da un libretto del 1922 che mi è stato regalato da Elettra

La Via Crucis - la Via della croce, conosciuta anche come Via Dolorosa racconta il tragitto intrapreso da Gesù in direzione del monte degli ulivi dopo aver cantato l'inno con i suoi discepoli, un tragitto che  Gesù percorre sorreggendo il patibolo fino al Golgota luogo della sua crocifissione. Le varie cronache di viaggio del V e del VI secolo raccontano di una processione che si svolgeva tra i tre edifici sacri costruiti sulla cima del Golgota: l'Anastasis, la chiesetta ad Crucem e la grande chiesa del Martyrium  e che procedeva nella via sacra, attraverso i santuari di Gerusalemme e che nel tardo Medioevo si evolve più o meno nell'attuale Via Crucis in quanto il rifiorire dei pellegrinaggi nel XII secolo grazie alle Crociate e alla presenza dal 1342 dei frati  minori francescani nei luoghi di culto, invoglia alla riproduzione di questi luoghi anche nella propria terra, anche per coloro che erano impossibilitati a raggiungere la Terra Santa.
Alla  fine del secolo XIII la Via Crucis è interpretata come cammino percorso da Gesù nella salita al Monte Calvario caratterizzato da una successione di "stazioni". ma non ancora come pio esercizio.
Nel XV secolo nasce la pratica della Via Crucis dalla sintesi di tre devozioni che si diffondono soprattutto in Germania e nei Paesi Bassi: la devozione alle "cadute di Cristo" sotto il peso della croce, la devozione ai cammini dolorosi di Cristo, che consiste nella processione da una chiesa all'altra in ricordo dei percorsi di dolore compiuti da Cristo durante la sua passione, la devozione alle stazioni di Cristo, le soste in cui  Gesù si ferma lungo il cammino verso il Calvario costretto dai carnefici, stremato dalla fatica o mosso dall'amore, vuole  dialogare con le persone che partecipano alla sua passione.
Nella prima metà del secolo XVII, nelle chiese dei  francescani minori osservanti e riformati spagnoli la Via Crucis viene rappresentata con una serie di quattordici quadri  disposti in maniera simmetrica ed equidistante e nel 1731 Clemente XII estende la prerogativa di rappresentare la Via Crucis anche alle altre chiese attribuendo però il privilegio della sua istituzione all'ordine francescano. Dalla Spagna la pratica della Via Crucis arriva in  Sardegna, che era sotto il dominio della corona spagnola, e successivamente  nella penisola italica dove il frate minore francescano, San Leonardo da Porto Maurizio, istituì oltre 572 Via Crucis con  le sue missioni popolari,  la più celebre è quella del 27 dicembre 1750 installata nel Colosseo, su volontà di Benedetto XIV secolo, per celebrare l'Anno Santo;  nell'anfiteatro Flavio furono erette le 14 edicole delle stazioni  ed al centro una grande croce, punto d'arrivo della processione che si svolgeva attraverso la via Sacra. Nel 1870, con l'istituzione di Roma capitale del Regno d'Italia le edicole vennero distrutte e la croce fu tolta fino al 1926 quando per agevolare i rapporti tra Chiesa e Stato, fu riposizionata dentro il Colosseo anche se in una posizione diversa, non più centrale ma di lato nel punto dove si trova tutt'ora. Nel 1964 il Papa Paolo VI riprese a celebrare in modo definitivo la Via Crucis al Colosseo luogo di grande importanza spirituale perchè consacrato alla memoria dei martiri e alla Passione di Cristo.

Via Crucis tradizionale

Gesù condannato a morte


 Gesù caricato della croce


Gesù cade per la prima volta


Gesù incontra sua madre


Il Cireneo aiuta Gesù a portare la croce


Gesù asciugato dalla Veronica


Gesù cade la seconda volta


Gesù consola le donne di Gerusalemme


 Gesù cade per la terza volta


Gesù spogliato e abbeverato di fiele


Gesù inchiodato in croce


Gesù innalzato e morto in croce


Gesù deposto dalla croce


 Gesù posto nel Santo Sepolcro

Giovanni Paolo II nel 1991diede una nuova forma alla Via Crucis rappresentata al  Colosseo, quella che viene seguita oggi 

1 Gesù nell'orto degli ulivi
Marco 14,32-36
2 Gesù, tradito da Giuda, è arrestato
Marco 14,45-46
3 Gesù è condannato dal sinedrio
Marco 14,55.60-64
4 Gesù è rinnegato da Pietro
Marco 14,66-72
5 Gesù è giudicato da Pilato
Marco 15,14-15
6 Gesù è flagellato e coronato di spine
Marco 15,17-19
7 Gesù è caricato della croce
Marco 15,20
8 Gesù è aiutato dal Cireneo a portare la croce
Marco 15,21
9 Gesù incontra le donne di Gerusalemme
Luca 23,27-28
10 Gesù è crocifisso
Marco 15,24
11 Gesù promette il suo regno al buon ladrone
Luca 23,39-42
12 Gesù in croce, la madre e il discepolo
Giovanni 19,26-27
13Gesù muore sulla croce
Marco 15,33-39
14 Gesù è deposto nel sepolcro
Marco 15,40-46

Nella Via Crucis esiste anche una quindicesima stazione: la Risurrezione di Gesù che viene aggiunta da chi pensa che la meditazione della Passione non deve fermarsi alla morte ma appunto alla resurrezione.

Una tradizione di stampo recente ha introdotto la "Via Lucis . Via della Luce" un rito liturgico–devozionale cattolico che celebra Cristo e la Chiesa nascente, dalla resurrezione alla Pentecoste
 "Per crucem ad lucem"
La Via Lucis ha 14 stazioni e per ogni stazione: il passo evangelico - commento/meditazione - preghiera del Pater Noster -breve responsorio . canto dell'Alleluia - orazione propri.

1 Gesù risorto da morte
 "So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui. È risorto, come aveva detto; venite a vedere il luogo dove era deposto."
Matteo 28,5-6
2 I discepoli trovano il sepolcro vuoto
 "Entrò nel sepolcro il discepolo che era giunto per primo, e vide e credette."
 Giovanni 20,8
3 Il Risorto si manifesta alla Maddalena
" Gesù le disse: "Maria!". Ella allora, voltatasi verso di lui, gli disse in ebraico: "Rabbunì!", che significa: Maestro!" 
Giovanni 20,16
4 Il Risorto sulla strada di Emmaus
" Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria? E cominciando da Mosè e da tutti i profeti spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui."
 Luca 24,26-27
5 Il Risorto spezza e dona il pane
" Quando fu a tavola con loro, prese il pane, disse la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero."
 Luca 24,30-31
6 Il Risorto si manifesta ai discepoli
"Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io!" 
Luca 24,38-39
7 Il Risorto dà il potere di rimettere i peccati
" Alitò su di loro e disse: "Ricevete lo Spirito Santo; a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi."
 Giovanni 20,22-23
8 Il Risorto conferma la fede di Tommaso
" Gesù disse a Tommaso: "Non essere più incredulo, ma credente!". Rispose Tommaso: "Mio Signore e mio Dio!"
Giovanni 20,27-28
9 Il Risorto si manifesta sul Lago di Tiberiade
" Il discepolo che Gesù amava disse a Pietro: "È il Signore!". Allora Gesù si avvicinò, prese il pane e lo diede a loro."
Giovanni 21,7.13
10 Il Risorto conferisce il primato a Pietro
 "Simone di Giovanni, mi vuoi bene più di costoro?". Gli rispose: "Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene". Gli disse: "Pasci i miei agnelli."
Giovanni 21,15
11 Il Risorto invia i discepoli nel mondo
 "Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo." 
Matteo 28,19-20
12 Il Risorto ascende al cielo
"Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo? Questo Gesù, che è stato di tra voi assunto fino al cielo, tornerà un giorno allo stesso modo in cui l'avete visto andare in cielo."
Atti 1,11
13 Con Maria in attesa dello Spirito Santo
" Gli apostoli erano assidui e concordi nella preghiera, insieme con alcune donne e con Maria, la madre di Gesù e con i fratelli di lui."
Atti 1,14
14 Il Risorto manda lo Spirito Santo - Pentecoste
"Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo. Apparvero loro lingue come di fuoco, ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo." 
Atti 2,2-4


© Sciarada Sciaranti

10 commenti:

  1. l'histoire la plus connue au monde !!
    je te souhaite de joyeuses Pâques !
    Ciao Sciarada !

    RispondiElimina
  2. Bel post... Cara Sciarada ti auguro un buon venerdì Santo.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ampia e delicata descrizione della "Via Dolorosa ", che per noi cristiani rappresenta il preludio di un grande atto d'Amore.

    RispondiElimina
  4. Hai fatto un post completo e ricco di dettagli. E le immagini, pur dolorose, sono bellissime e uniche.
    Buona Pasqua.

    RispondiElimina
  5. I miei auguri Buona Pasqua
    Maurizio

    RispondiElimina
  6. Post direi perfetto. Complimenti Scia.
    Felice Pasqua:-)))

    RispondiElimina
  7. Post molto toccante e completo, Sciarada.
    Hai tutta la mia ammirazione.

    RispondiElimina
  8. buona Pasqua anche a te amica mia!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Dettagliata e precisa!!!
    Non sapevo della Via Lucis....grazie!!!
    Ti auguro una Serena e Gioiosa Pasqua!!

    RispondiElimina
  10. Grazie a te (e anche a Elettra!).
    Bel post e Buona Pasqua, cara Sciarada

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...