mercoledì 10 febbraio 2016

Dalle Ceneri in Quaresima

Con il Mercoledì delle Ceneri si inizia a mangiar di magro, ma se è proprio necessario si può esser dispensati dal curato, altrimenti baccalà e per devozione... i maritozzi.


186. - La Quaresima

Dal giorno delle Ceneri in poi la gente devota, nei quaranta giorni che dura la Quaresima, osserva il digiuno che ci comanda la Chiesa, e così pure le vigilie comandate.
Quando in Quaresima, verso sera, sentiamo un certo suono di campana, diciamo un proverbio:


La campana suona a merluzzo: è segno che domani è vigilia.
Infatti in quei quaranta giorni di baccalà se ne fa un gran consumo.
Però per la gente malandata di salute, ci sono buone dispense per mangiare di grasso, che si possono ottenere con pochi soldi dal curato della parrocchia.
In Quaresima per devozione come ho detto si mangiano i maritozzi, anzi c'è chi è tanto devoto per mangiarli che a inizio del giorno se ne strafoga non si sa quanti.
Nemmeno male che lo fa per devozione !
Al tempo mio tutti i paini e le paine (1) come pure i popolani agiati di Roma, andavano a San Pietro ogni venerdì di marzo, e con la scusa di sentire la predica, facevano conversazione, sgrinfiaveno (2) e  masticavano maritozzi.


Chi ci andava, acquistava l'indulgenza.
Tanto è vero che tutti i venerdì ( parlando sempre di quelli di marzo ) andava a San Pietro anche il Papa accompagnato dai cardinali, che gli  andavano appresso  a due per due, dalle guardie nobili, dagli svizzeri e anticamente dagli capotori. Arrivato lì si metteva in ginocchio e ci restava a pregare qualche mezz'ora buona.

(1) Qualunque persona vestita civilmente è un paino
(2) Sgrifiaveno: facevano l'amore 

Giggi Zanazzo

Buona Quaresima a tutti !

Per chi è interessato

10 commenti:

  1. Cara Sciarada, forse un tempo si rispettava molta la Quaresima, ma credo che oggi molto pochi lo facciano!!!
    Comunque io personalmente la carne non mi va troppo dunque faccio Quaresima tutto l'anno:)
    Ciao e buona serata cara amica, sempre con un sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Meno male che non bisogna più mangiare di magro : con quello che costa oggi il merluzzo, non tutti se lo potrebbero permettere.

    RispondiElimina
  3. Buona quaresima,sciarada.Non sono sparita,solo un po vagabonda e ..in pausa di riflessione.Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. A qualsiasi ora del giorno, come accendi la TV ci sono trasmissioni di cucina, è difficile limitare il cibo, figurasi poi chiedere una dispensa in chiesa :-). Io poi non ho mai capito perché si potrebbe mangiare il pesce e non la carne.
    Buona giornata
    Un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  5. Delizioso questo testo in romanesco che par antico. Aiuta a crederlo la composizione su pagina come d'antico libro.

    RispondiElimina
  6. Buona Quaresima, Sciarada...ho trovato interessanti i testi e la relativa traduzione...secondo le abitudini ricevute da piccola, io evito di mangiare carne tutti i venerdi di Quaresima, come il mercoledì delle Ceneri. Un caro saluto Stefania

    RispondiElimina
  7. Buona Quaresima, a prescindere da quello che mangi ...

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Boni i maritozzi

    Patrizia

    RispondiElimina
  9. Buona Quaresima Sciarada, ti porto un maritozzo il primo venerdì di marzo.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...