mercoledì 18 aprile 2018

Della natura del verde

Su foglia verde
Madre Natura segna
Itinerari

© Sciarada Sciaranti

Verde è la natura, nasce e procede verso la maturità sviluppandosi dalle tonalità più tenue a quelle più forti, è il  viaggio che inizia, esperisce, fa tesoro, conclude e risorge evoluto. 

P.S. Il testo sottostante risale al XV secolo ed è seguito da una trasposizione linguistica più attuale che nella traduzione automatica può facilitare la comprensione per chi non parla italiano.


Della natura di un verde il quale è chiamato verde terra.

Verde è un color naturale di terra, il quale si chiama verdeterra. Questo colore ha più proprietà: prima, ch’egli è grassissimo colore, e buono a lavorare in visi, in vestiri, in casamenti, in fresco, in secco, in muro, in tavola, e dove vuoi. Trialo a modo degli altri colori detti di sopra, con acqua chiara; e quanto più il trii, tanto è migliore. E temperandolo, sì come ti mosterrò il bolo da mettere di oro, così medesimamente puoi mettere d’oro con questo verdeterra. E sappi che gli antichi non usavano di mettere d’oro in tavola altro che con questo verde.


Verde è un colore naturale della terra, il quale si chiama verde terra. Questo colore ha più proprietà: primo, che egli è un colore molto grasso, e buono per lavorare i visi, i vestiti, i casamenti, in fresco, in secco, in muro, in tavola, e dove vuoi. Trituralo come è stato già detto sopra per gli altri colori, con acqua chiara; e quanto più lo trituri tanto è migliore. E temperandolo, così come ti mostrerò l' impasto da mettere con l' oro, così ugualmente  puoi mettere l’oro con questo verde terra. E sappi che gli antichi non usavano di mettere d’oro in tavolozza altro che con questo verde.



Della natura d’un verde che si chiama verde azzurro.

Verde è un colore el quale è mezzo naturale: e questo si fa artifizialmente, chè si fa d’azzurro della Magna; e questo si chiama verde azzurro. Non ti metto come si fa, ma compera del fatto. Questo colore è buono in secco, con tempera di rossume d’uovo, da fare arbori e verdure e da campeggiare; e chiareggialo con giallorino. Questo colore per se medesimo è grossetto, e par come sabbionino. Per amor dell’azzurro trialo poco poco, colla man leggiera; però che se troppo il macinassi, verrebbe in colore stinto e cenderaccio. Vuolsi triarlo con acqua chiara; e quando l’hai triato, mettilo nel vasello dell’acqua chiara sopra il detto colore, e rimescola bene l’acqua col colore. Poi el lascia posare per ispazio di una ora, o due, o tre; e butta via l’acqua; e ’l verde riman più bello. E lavalo per questa forma due o tre volte, e sarà più bello.

Verde è un colore il quale è mezzo naturale: e questo si fa artificialmente, perché si fa d’azzurro della Magna; e questo si chiama verde azzurro. Non ti metto come si fa, ma compralo già fatto. Questo colore è buono in secco, con tempera di rosso d’uovo, per fare alberi e verdure e da campeggiare*; e schiariscilo con il giallorino*. Questo colore per se stesso è corposo, e sembra come di sabbia. Per amor dell’azzurro trituralo poco poco, con la mano leggera; però  se lo macinassi troppo, verrebbe un colore stinto e grigiastro. Vuol essere triturato con acqua chiara; e quando lo hai triturato, mettilo nel vaso dell’acqua chiara sopra il detto colore, e rimescola bene l’acqua col colore. Poi lascialo riposare per il tempo di una ora, o due, o tre; e butta via l’acqua; e il verde rimane più bello. E lavalo in questo modo due o tre volte, e sarà più bello.

campeggiare* = dare colore al campo di pittura
giallorino* = pigmento antimoniato di piombo usato dagli antichi egiziani


Del modo come si fa un verde di orpimento e d’indaco.

Verde è un colore el quale si fa d’orpimento le due parti, e una parte indaco; e triasi bene insieme con acqua chiara. Questo colore è buono a dipignere palvesi e lancie, e anche si adopera a dipignere camere in secco. Non vuole tempera se non colla.

Verde è un colore  che si fa di due parti di orpimento*, e una parte di indaco; e si tritura bene insieme con acqua chiara. Questo colore è buono a dipingere palvesi* e lance, e anche si adopera a dipingere camere in secco. Non vuole tempera se non colla.

orpimento* = dal latino aurum - oro e pigmentum - pigmento, minerale che ha il colore dell'oro 
palvesi* = scudi difensivi di forma rettangolare costruiti originariamente con materiale ligneo. 


Del modo come si fa un verde d’azzurro e giallorino.

Verde è un colore che si chiama azzurro della Magna, e giallorino. Questo è buono in muro e in tavola, e temperato con rossume d’uovo. Se vuoi che sia bello più, mettivi dentro una poca d’árzica. E ancora è bel colore mettendovi entro l’azzurro della Magna, pestando le prugnole salvatiche, e farne agresto, e di quello agresto metterne quattro o sei gocciole sopra il detto azzurro; ed è un bel verde; non vuole vedere aria. E per ispazio di tempo quell’acqua delle prugnole viene a mancare.

Verde è un colore che si chiama azzurro della Magna, e giallorino. Questo è buono in muro e in tavolozza, e temperato con rosso d’uovo. Se vuoi che sia più bello, metti dentro un poco di arzica*. E ancora è bel colore mettendovi dentro l’azzurro della Magna, pestando le prugnole selvatiche, e farne agresto, e di quello agresto metterne quattro o sei gocciole sopra il detto azzurro; ed è un bel verde; non vuole vedere aria. E devi aspettare il tempo che quell’acqua delle prugnole viene a mancare.

arzica* =  Reseda luteola, erba guada o guaderella, detta anche erba dei tintori da cui si estrae un pigmento giallo


Del modo da fare un verde d’azzurro oltramarino.

Verde è un colore che si fa d’azzurro oltramarino e d’orpimento. Convienti di questi colori rimescolare con senno. Piglia l’orpimento prima, e mescolavi dell’azzurro. Se vuoi che penda in chiaro, l’orpimento vinca; se vuoi che penda in iscuro, l’azzurro vinca. Questo colore è buono in tavola, e none in muro. Tempera con colla.

Verde è un colore che si fa d’azzurro oltramarino e di orpimento. Ti conviene  rimescolare questi colori con senno. Piglia l’orpimento prima, e mescola dell’azzurro. Se vuoi che penda verso il chiaro, l’orpimento vinca; se vuoi che penda  verso lo scuro, l’azzurro vinca. Questo colore è buono in tavolozza, e non in muro. Tempera con colla.


Della natura di un verde che si chiama verderame.

Verde è un colore il quale si chiama verderame. Per se medesimo è verde assai; ed è artificiato con archimia, cioè di rame e di aceto. Questo colore è buono in tavola, temperato con colla. Guarda di none avvicinarlo mai con biacca, perchè in tutto sono inimici mortali. Trialo con aceto, che ritiene secondo suo’ natura. E se vuoi fare un verde in erba perfettissimo, è bello all’occhio, ma non dura. Ed è buono più in carta o bambagina o pecorina, temperato con rossume d’uovo.


Verde è un colore che si chiama verderame. Per se medesimo è verde assai; ed è artificiato con alchimia, cioè di rame e di aceto. Questo colore è buono in tavolozza, temperato con colla. Guarda di non avvicinarlo mai con biacca, perché in tutto sono nemici mortali. Trituralo con aceto, che ritiene secondo la sua natura. E se vuoi fare un verde erba perfetto, è bello all’occhio, ma non dura. Ed è buono più sulla carta o bambagina o pecorina, temperato con rosso d’uovo.



Come si fa un verde di biacca e verdeterra, o vuoi bianco sangiovanni.

Verde è un colore di salvia, il quale si fa mischiato di biacca e verdeterra, in tavola, temperato con rossume d’uovo; o vuoi in muro, in fresco, mescolato el verdeterra con bianco sangiovanni, fatto di calcina bianca e curata.


Verde è un colore di salvia, il quale si fa mischiando biacca e verde terra, in tavolozza, temperato con rosso d’uovo; o vuoi in muro, in fresco, mescolato al verde terra con bianco sangiovanni, fatto di calcina bianca e curata.

Il libro dell'arte
Cennino Cennini

4 commenti:

  1. Cara Sciarada, con la bella stagione la natura apre i suoi frutti, il verde il colore della speranza e bellissimo.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. VErde per me è speranza di bellezza. La vita he riprende il suo corso, il suo andare incontro al domani. E' rinascita.
    Ciao stella. Bel post!

    RispondiElimina
  3. belle foto, complimenti
    il mio abbraccio
    Maurizio

    RispondiElimina
  4. Se continuiamo a inquinare, il verde con le sue sfumature e in generale i bei colori della natura, diverranno un mesto ricordo.
    Felice weekend, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...