venerdì 20 aprile 2018

L'Iliade sull'intonaco

Provate a immaginare di poter fare un viaggio nel tempo e di tornare nell'antica Roma del III secolo d.C., immaginate di camminare in via di San Basilio e di poter entrare in un'abitazione popolare chiamata insula; immaginate di essere in una stanza con uno studente che utilizza l'intonaco come una lavagna e incolonnandoli sulla sinistra vi incide sopra i versi 171-175 del XXIV Canto dell'Iliade di Omero seguiti da una serie alfabetica di lettere in greco antico tra cui spiccano la upsilon - Υ e l'omega - ω, si sposta poi a destra e continua con il suo esercizio di scrittura incidendo il 362° verso del XXI Canto.


Frammento d'intonaco murale del III secolo con i versi in greco antico dell' Iliade di Omero trovato in un'insula romana in via di San Basilio, oggi conservato al Museo delle Terme di Diocleziano

τυτθὸν φθεγξαμένη· τὸν δὲ τρόμος ἔλλαβε γυῖα·
“θάρσει, Δαρδανίδη Πρίαμε, φρεσί, μηδέ τι τάρβει·
οὐ μὲν γάρ τοι ἐγὼ κακὸν ὀσσομένη τόδ᾿ ἱκάνω,
ἀλλ᾿ ἀγαθὰ φρονέουσα· Διὸς δέ τοι ἄγγελός εἰμι,
ὅς σευ ἄνευθεν ἐὼν μέγα κήδεται ἠδ᾿ ἐλεαίρει.
λύσασθαί σε κέλευσεν Ὀλύμπιος Ἕκτορα δῖον,
δῶρα δ᾿ Ἀχιλλῆι φερέμεν, τά κε θυμὸν ἰήνῃ

Il verso in rosso non c'è nella lastra 


Colonna di sinistra


Colonna di sinistra


Colonna di sinistra Upsilon - Υ e omega - ω in basso 

Fa’ cuore, Priamo figlio di Dàrdano. A che ti sgomenti?
Non vengo io qui per danno ch’ io veda che debba seguirti,
Ma cerco il bene tuo. Di Giove io ti reco un messaggio,
Che ha cura e pietà di te, benché tu sei lontano.
T’impone ora l’Olimpio che Ettore a scioglier tu vada,
Doni ad Achille recando che possano il cuore blandirgli...


Iliade - Canto XXIV
Omero
Traduzione dal greco Ettore Romagnoli 


Colonna di destra

ὡς δὲ λέβης ζεῖ ἔνδον ἐπειγόμενος πυρὶ πολλῷ

Come un lebète* ribolle, se l’urge gran vampa di fuoco,

lebète* = dal greco  lébēs -ētos - caldaia, bacile di bronzo

Iliade - Canto XXI
Omero 
Traduzione dal greco Ettore Romagnoli 

7 commenti:

  1. Cara Sciarada, con questo post ci ai riportata indietro con il tempo, chiudendo gli occhi tutto si può immaginare.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Molto bello ed interessante. Grazie Sciarada, abbraccio.

    RispondiElimina
  3. lo dico che sei Unica.
    Maurizio

    RispondiElimina
  4. Puoi scrivere in greco antico? Complimenti!
    Guardando le tue immagini viene da pensare che quella di scrivere sui muri è sempre stata una tentazione.
    Interessante.
    Ciao.

    RispondiElimina
  5. Molto interessante. Mi fa inoltre ritornare idealmente, per un attimo, sul mio banco del liceo.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  6. This is fascinating and really beautiful. I love markings and patterns and these time worn pieces show the process of change bringing the past into the ever present moment.
    Thank you Sciarada.
    Have a lovely day!
    Ruby

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...