martedì 16 gennaio 2018

Astratto in Materia - L'inaspettato


L'inaspettato: Un rettangolo di tronco bruciato che contiene un quadrato di luce e un quadrato d'ombra.

Sciarada Sciaranti

L'inaspettato: E' quando non aspetti nulla ed improvvisamente qualcosa arriva.

Pia
Mondo d'Arte

L'inaspettato: E' qualcosa di positivo o negativo con cui devi fare i conti e che non puoi evitare. Qualcosa a cui devi far spazio e trovare un posto. 
----------
L'inaspettato. Nata e vissuta in una città piena di luci, rumori e colori, quando affittammo una casa perduta nel nulla contornata solo da prati, boschi e colline ne fui felice. La prima sera, messi a letto i bambini, aprii la porta di casa per controllare se avevo chiuso l'auto e... improvvisamente mi trovai davanti una cortina nera, densa e quell'mprovviso mi parve un cattivo sortilegio. Allungai una mano per toccarlo incontrando solo l'aria.. allora alzai lo sguardo al cielo e un altro improvviso mi allargò il cuore: lì non c'era la luna ma un firmamento fitto, compatto, come mai l'avevo visto. Chiusi la porta a chiave e andai ad aprire gli scuri nella camera da letto per continuare a nutrirmi di quell'incanto.
Sari
Voce di Vento

L'inaspettato: E' un gallo che abbaia.
----------
L'inaspettato: E' un dentista che trapana il cervello.
----------
L'inaspettato: Un sassofono suonato con uno spartito per pianoforte 

Patrizia
Amica senza blog

L'inaspettato: Può essere un momento, un dono, un gesto,
se in senso positivo ci da gioia e meraviglia.
In senso negativo diventa un brutto imprevisto che porta delusione e qualche volta dolore. 

Verbena
Simple life in Tuscany

Inaspettato è quel qualcosa che sa di te e te lo trovi come te davanti a te e non riesci più a parlare se non con il silenzio. A volte basta poco per essere felici.

Maurizio
CARTATADIRESCHE

Inaspettato come un premio che non pensavamo di ricevere ma che sicuramente meritiamo.

Mariella
Doremifa-sol, libri e caffé

Se vi va di aggiungere nei commenti in che cosa voi materializzate il concetto astratto di inaspettato, fatelo pure e io lo riporterò nel post.

23 commenti:

  1. Cara Sciarada, all'inizio non ero convinto, ma poi guardando bene mi sembra bella e interessante.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. E' difficile e me fai impazzire e me fai divertire. Ci penso e ritorno.

    Patrizia

    RispondiElimina
  3. L'inaspettato è quando non aspetti nulla ed improvvisamente qualcosa arriva.
    Ciao cara Sciarada.

    RispondiElimina
  4. L'inaspettato, per me, è qualcosa di positivo o negativo con cui devi fare i conti e che non puoi evitare. Qualcosa a cui devi far spazio e trovare un posto.
    Interessante questo tuo interrogarci...
    Ciao!

    RispondiElimina
  5. Ho trovato: L'inaspettato è un gallo che abbaia.

    Patrizia

    RispondiElimina
  6. L'inaspettato è un dentista che trapana il cervello. Dimmi se me devo fermà.

    Patrizia

    RispondiElimina
  7. "Inaspettato" può essere un momento, un dono, un gesto, se in senso positivo ci da gioia e meraviglia.
    In senso negativo diventa un brutto imprevisto che porta delusione e qualche volta dolore.
    Non so se ho materializzato il concetto, fammi sapere.
    Buona serata

    RispondiElimina
  8. Buon pomeriggio! Questo è un gioco non fiscale, un semplice stimolo per la mente, se avete voglia di rappresentare nello specifico l'inaspettato, fare un esempio concreto riscontrabile nel mondo materiale o rimanere nel generico e nell'astratto spiegando il concetto, per me è uguale, l'importante è quello che vi viene in mente.
    Patrì' continua pure e non ti fermare fin quando non sei tu a volerlo.
    Verbena, tu, Pia e Sari non avete materializzato l'inaspettato, ma avete spiegato il concetto in modo molto interessante.
    Vi abbraccio tutti, grazie e baci!

    RispondiElimina
  9. L'inaspettato. Nata e vissuta in una città piena di luci, rumori e colori, quando affittammo una casa perduta nel nulla contornata solo da prati, boschi e colline ne fui felice. La prima sera, messi a letto i bambini, aprii la porta di casa per controllare se avevo chiuso l'auto e... improvvisamente mi trovai davanti una cortina nera, densa e quell'improvviso mi parve un cattivo sortilegio. Allungai una mano per toccarlo incontrando solo l'aria.. allora alzai lo sguardo al cielo e un altro improvviso mi allargò il cuore: lì non c'era la luna ma un firmamento fitto, compatto, come mai l'avevo visto. Chiusi la porta a chiave e andai ad aprire gli scuri nella camera da letto per continuare a nutrirmi di quell'incanto.
    Buona notte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wooow! Questa è una materializzazione al sevizio dell'arte letteraria; complimenti Sari; grazie e buona serata!

      Elimina
  10. Oggi ,nella mia full immersion a scuola ci penso e poi tornerò,qualcosa di inaspettato ci sarà di sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lorenza, aspetto il tuo inaspettato con curiosità. :-)

      Elimina
  11. Non ti nego che sono rimasto basito per il tuo commento che ho apprezzato moltissimo, grazie di cuore, cuore non mente.
    Maurizio

    RispondiElimina
  12. Inaspettato è quel qualcosa che sa di te e te lo trovi come te davanti a te e non riesci più a parlare se non con il silenzio. A volte basta poco per essere felici.
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... E in quel silenzio ci si capisce anche di più.

      Elimina
  13. Un sassofono suonato con uno spartito per pianoforte.

    Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace molto questa materializzazione, brava!

      Elimina
  14. Buongiorno Sciarada.
    Ti avviso che ti ho donato un premio da me, nel blog "I Pensieri di P.".
    Abbraccio forte, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao deliziosa Pia, arrivo subito da te, ti ringrazio, ti abbraccio e buona domenica sera!

      Elimina
  15. Ciao, arrivo dal blog di Pia che ti ha fatto dono di un premio che ho istituito ieri in occasione del 25 anni dalla scomparsa di Audrey Hepburn.
    "inaspettato come un premio che non pensavamo di ricevere ma che sicuramente meritiamo".
    Ti seguirò volentieri.
    Mariella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariella e benvenuta! Che grande donna Audrey Hepburn, il tuo è davvero un bel modo per ricordarla, complimenti per l'idea.
      Questo è un'inaspettato che cade a fagiuolo, grazie!:-)

      Elimina
  16. Sono troppo stanca, ritorno!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...