mercoledì 12 maggio 2010

L'Orient Express


"L'Orient Express" è un treno passeggeri transcontinentale nato dalla mente e dalle mani dell'  ingegnere belga Georges Nagelmackers che ispirato dai vagoni letto americani progettò delle carrozze con cabine e scompartimenti chiusi, posti in progressione, accessibili da un corridoio laterale, agganciate a delle carrozze soggiorno  a uso comune e a delle carrozze ristorante per la ristorazione. Nagelmackers ottenuti i diritti di transito e le necessarie autorizzazioni dai paesi europei per agganciare le sue carrozze alle locomotive  locali, dopo una serie di alterne vicende riuscì a fondare la  "Compagnie Internationale Des Wagon Lits" inaugurando il 4 ottobre del 1883 "il Train Express D'Orient" che successivamente prese il nome di "Orient Express".

" ... Fino a qualche tempo fa , chi aveva una dozzina di giorni liberi andava a Fontainebleau o sulla Manica, oggi si va a Costantinopoli. L'Orient Express, così si chiama il treno che abbiamo appena inaugurato si compone innanzi tutto di due vagoni di servizio: uno è occupato dai bagagli e l'altro racchiude le ghiacciaie, le dispense, le docce, le cabine del personale, tra questi due vagoni, due carrozze letto che possono ospitare 40 passeggeri,  fornite di cuccette eccellenti oltre che di quattro toilette molto comode e una carrozza ristorante arredata con tappezzerie Gobelins, Marocchino, cuoio di Cordoba e velluto di Genova e composta di una vasta  cucina dove opera uno Chef di prim'ordine, quest'uomo di genio ci ha confezionato cibi di squisito sapore, variando il menù secondo i paesi che attraversavamo: gli storioni del Danubio, il caviale fresco di Romania, il pilaf dei turchi ..."


Georges Boyer
Inviato " Le Figaro" all'inaugurazione 


Il percorso originale partiva da Gare de l'Est di Parigi, attraversava Monaco di Baviera, Vienna, Budapest, Roussè in Bulgaria, giungeva a Giurgiu in Romania per il trasbordo in battello sul Danubio, da qui si prendeva un altro treno per Varna e si raggiungeva con il traghetto Costantinopoli. Nel 1889 fu completata la linea ferroviaria e Istanbul fu raggiungibile così da Parigi, in circa tre giorni, direttamente senza trasbordi.

Nel 1883 questo è l'itinerario si parte da Parigi il martedì sera, l'indomani pomeriggio si è a Monaco, verso mezzanotte si raggiunge Vienna, giovedì alle 6.00 in punto Budapest, venerdì mattina alle 5.00 Roussè sul Danubio, trasbordo su battello Giurgiu e quindi si riprende il treno fino a Varna, da Varna via mare e si arriva a Costantinopoli. Anche dal punto di vista della tecnica dei trasporti l'Orient Express fu una novità piacevole per i passeggeri, gli orari erano armonizzati tra loro, i servizi predisposti con cura, le formalità di dogana e polizia semplificate al massimo, davanti al treno degli europei facoltosi le frontiere si aprivano docilmente.

Da Cronache del XX secolo


Il servizio di trasporto "dell'Orient Express" fu sospeso nel 1914 per l'avvento della prima guerra mondiale e ripristinato  nel 1918.
Nel 1919 fu aperto il tunnel di Sempione che permise la nascita di un percorso alternativo, che divenne più importante e famoso del primo,il Simplon Orient Express" che attraversava Losanna, Milano, Venezia e Trieste. 



Nel 1924 nacque il terzo percorso " l'Arlberg Orient Express " che univa Parigi con Atene, Bucarest attraverso Basilea, Zurigo e Vienna.
Nel 1930 il successore di Georges Nagelmackers prolungò la linea e inaugurò il " Taurus Express " che da Costantinopoli arrivava ad Aleppo, a Beirut, aveva collegamenti che portavano a Gerusalemme e a Il Cairo, raggiungeva anche Baghdad.


" Erano circa le 5 di una mattina d'inverno, in Siria. Lungo il marciapiede della stazione d'Aleppo era già formato il treno che gli orari ferroviari internazionali indicavano pomposamente col nome di Taurus Express, e che consisteva in due vetture ordinarie, un vagone-letto e un vagone-ristorante con annesso cucinino.
Vicino alla scaletta di uno degli sportelli del vagone-letto, un giovane tenente francese, splendido nella sua uniforme, conversava con un omino imbacuccato fino alle orecchie e del quale erano visibili solo il naso arrossato e le punte di un paio di baffi arricciati all'insù ... "


Assassinio sull'Orient Express
Agatha Christie

Gli anni trenta rappresentarono gli anni d'oro della sua esistenza, il comfort, il  lusso e la raffinata cucina che offriva innalzarono la sua fama così tanto da farlo apprezzare dalle coppie in viaggio di nozze, dai nobili, dai reali, dagli uomini d'affari. 
Durante la seconda guerra mondiale ci fu un'altra interruzione del servizio che durò  fino al 1945. Successivamente fu reintegrato, ma con grande difficoltà a causa della chiusura dei confini, prima quelli tra Jugoslavia e Grecia che non permettevano di raggiungere Atene e poi quelli tra Bulgaria e Turchia, che non permettevano di raggiungere Istanbul.


Nel 1962 "l'Orient Express" e "l'Arlberg Orient Express" cessarono le loro corse e "il Simplon Orient Express" fu sostituito con la linea "Direct Orient Express" che raggiungeva Belgrado da Parigi quotidianamente e Istanbul ed Atene due volte alla settimana.
Nel 1971 la compagnia vendette tutte le carrozze alle varie ferrovie nazionali lasciando però il suo personale viaggiante. Nel 1976 fu interrotto il servizio Parigi Atene e il 19 maggio 1977 "la Direct Orient Express" effettuò il suo ultimo viaggio Parigi Istanbul.

© Sciarada Sciaranti

3 commenti:

  1. Questo è un viaggio in treno mi piacerebbe prendere. Esso passa attraverso il paese più bello.

    RispondiElimina
  2. Un viaje apasionante París-Estambul de Occidente a Oriente
    Saludos

    RispondiElimina
  3. A journey I would love having done! And Agatha Christie's novel always comes to my mind... :-)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...