lunedì 25 giugno 2012

Vai, addestra e muori

Alle ore 8.50 circa, 6.20 ora italiana, di lunedì 25 giugno, il carabiniere scelto Manuele Braj, membro effettivo del 13° reggimento "Friuli Venezia Giulia", ha perso la vita in Afghanistan a soli trent'anni a causa di un attentato rivendicato dai mujaddin ai danni di una base di addestramento della polizia afghana ad Adraskan; un razzo Rpg da 107 millimetri, di cui sono stati trovati i frammenti, ha sventrato la garitta di osservazione vicino la linea di tiro del poligono per poi colpire Manuele.  


Manuele Braj 
Galatina - Lecce


10 commenti:

  1. Chi risponderà di queste vite stroncate nel fiore della giovinezza? Non sono affatto retorico, ma confido in una Giustizia libera da pregiudizi umani.
    Buona notte

    RispondiElimina
  2. Per motivi personali vivo da molti anni a stretto contatto con l'ambiente militare: si può obiettare che alcuni vanno in missione per l'ingaggio, ma sono molti quelli comandati a farlo.
    Ho visto sulla pista di atterraggio di Ciampino l'aereo che riportava a casa alcune delle dimenticate vittime ed è stato tanto straziante quanto irreale: parte tuo figlio, marito o fratello sulle sue giovani gambe e torna dentro una bara scura avvolto in una bandiera che sventoliamo solo per i gol dei giocatori.
    Ho percepito spesso finto rammarico e falso patriottismo.

    RispondiElimina
  3. Mi pare che la tragica lista aumenta e nessuno riuscirà a Fermare,
    penso a quel dolore straziante di loro famigliari.
    Non ho parole penso solo che Dio le dia la forza di affrontare questo immenso dolore.
    Buona giornata cara Sciarada.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Basta!!!!!!!!!!!!!!

    Condoglianze alla famiglia.

    RispondiElimina
  5. un'altra vittima innocente, un bimbo che crescerà senza un papà e una giovane donna che non abbraccerà più il suo amore, tanto dolore per una intera famiglia, per la mia terra di Puglia che ancora sacrifica uno dei suoi figli e per la nostra Italia....

    perchè?
    Vogliamo la PACE, ne abbiamo bisogno, basta con la violenza

    RispondiElimina
  6. Questa è l'ennesima assurdità, morire in nome della pace e libertà! una buona giornata a te...ciao

    RispondiElimina
  7. tutto è pronto:
    - rientro della salma
    - funerali di stato
    - pensione per i familiari delle vittime
    - solita retorica
    - silenzio della stampa sulle guerre che combattiamo fino al prossimo morto!

    RispondiElimina
  8. Mi chiedo spesso come si può alimentare il sistema economico con la vita/morte delle persone.
    Vittime e carnefici non si distinguono più, non ci sono "ragioni" precise. Che assurdità. Ciao

    RispondiElimina
  9. ...io non confido più in nessuna giustizia...l'uomo è fallace, il più inattuale, il meno autentico, il più inattendibile, il più falso fra le specie...come può legiferare leggi per il suo bene? Per chi non lo sapesse anche l'italia annovera nel suo P.I.L disastroso, una percentuale di incremento, per la fabbricazioni di armi, che poi esporta...poi il nostro presidente piange i ragazzi che cadono per un ideale...Quale?...Che ce lo dica Napolitano, che non vuole ritirare le nostre risorse umane da guerre che mai lasciano vincitori e vinti, ma solo morti da commemorare e lacrime che potremmo evitare...scusate lo sfogo...un ciao a tutti... a te Sciarada, un abbraccio per avermi ricordato che la storia altro non è che un continuo deja vù...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...