venerdì 4 marzo 2011

La terra dei faraoni - Il mausoleo dell'Aga Khan

Il sultano Mahommed Shah - Aga Khan III, nato a Karachi il due novembre del 1877 dal matrimonio dell' Aga Khan II con Nawab A'lia Shamsul-Muluk sua terza moglie, dopo la morte del padre avvenuta nel 1885 divenne il quarantottesimo Imam dei musulmani ismailiti nizariti. 
Nel 1897 la regina Vittoria gli conferì il titolo onorifico di Cavalier Comandante dell'Impero indiano.
Nel 1902 Edoardo VII gli assegnò il titolo di Cavaliere Gran Commendatore.
Nel 1906 fondò la Lega Musulmana Indiana che sosteneva la divisione del Regno dell'India in India e Pakistan.
Nel 1926 istituì per diletto "l'Aga Khan Trophy" una gara di purosangue da corsa che si svolgeva ogni anno a Dublino, durante la prima settimana di agosto. 
Nel 1937 - 1938  fu  presidente della Società delle Nazioni.
Ebbe quattro mogli:
1 Shahazda Begum, nipote dell'Aga Khan I nonché sua cugina, sposata nel 1893
2 Cleope Teresa Magliano, ballerina sposata nel 1903, gli diede due figli: Giuseppe Mahdi Khan e Ali Solomone Khan
3 Andrée Joséphine Carron co-proprietaria di un negozio di abbigliamento a Parigi, sposata nel 1929 (lei non si convertì mai all'Islam), gli diede un figlio: Sadruddin Aga Khan
4 Yvette Labrousse Blanche, Miss Francia nel 1930, sposata nel 1944. 
Quest'ultima, conosciuta col nome di Oum Habibah e rinominata Begum Mata Salamat - Madre della Pace dopo la morte del marito avvenuta l'undici luglio del 1957 ad Assuan, per rendergli onore fece costruire il mausoleo sulla riva occidentale del Nilo di fronte al versante meridionale dell'isola Elefantina su un promontorio che sovrasta la villa di famiglia. Nel mausoleo c'è una moschea e il sarcofago in marmo bianco di Carrara in cui sono stati incisi brani del Corano. 

© Sciarada Sciaranti


Allego un articolo tratto da pagina 11
del Corriere della Sera
21 aprile 1997

La vedova dell' Aga Khan: Niente turisti al mausoleo

EGITTO La vedova dell'Aga Khan: Niente turisti al mausoleo IL CAIRO -
La vedova dell'Aga Khan terzo, Oum Habiba - piu' nota come Begum - ha chiesto al governo egiziano di chiudere l'accesso turistico al mausoleo che custodisce le spoglie del marito ad Assuan, in segno di protesta contro le rumorose comitive, "prive di rispetto e profanatrici del silenzio dovuto a un cimitero". Ne da' notizia il quotidiano egiziano "Al Ahram", senza precisare se la richiesta sia stata fatta durante l'annuale visita che la Begum - 85enne e residente a Parigi - compie al mausoleo nella stagione invernale. Il governatore di Assuan, Salah Mesnah ha inviato un messaggio a Kharim Agha Khan (quarto), capo degli ismaeliti e erede legittimo dell'Agha Khan terzo, chiedendogli di evitare la chiusura della tomba, visitata ogni mese da circa 70 mila turisti.

8 commenti:

  1. Che civiltà affascinante quella Egizia,indubbiamente l'Aga Khan III ne ha dato un'impronta storica.
    Bel racconto Sciarada,e la fotografia ha un qualcosa di misterioso, in tema...
    Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  2. Le mausolée est tout beau en haut de la colline.

    RispondiElimina
  3. Cara Sciarada nel 1990 ho fatto un viaggio culturale in Egitto, 2 settimane fantastiche, vedere per credere, dal Cairo lungo il Nilo alla notte si navigava al giorno si visitavano tutti i luoghi del vecchio antico Egitto, siamo arrivati fino a Assuan, e da li con un volo fino alla grandi statue di Abu Simbel, è stato qualcosa che non dimenticherò mai.
    Buona serata cara mica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Molto interessante. Mi ha risvegliato i ricordi di bambino quando le madri parlavano della Begum con toni tra l'ammirato e il rispettoso. Quello era il bel mondo,distante e aristocratico, che si concedeva talvolta alla vista dei mortali, altro che bunga bunga

    RispondiElimina
  5. Noi turisti spesso creiamo una tale confusione che va solo a nostro discapito, infatti per il cattivo comportamento usato ci siamo preclusi la possibilità di poter visitare il mausoleo dell'Aga Khan.Un vero peccato!!!!!
    Scatto eccezionale Sciarada!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Wow... non conoscevo questo personaggio....
    Malgrado l'Egitto sia uno dei paesi che mi incuriosisce e attira di più (ed è stato il mio primo l'input allo studio della storia), mi sono fermata ai tempi di Cleopatra, o poco più...
    forse sarebbe l'ora di spostare le lancette alla mia macchina del tempo.

    Bacione!

    RispondiElimina
  7. Che interesdsante questo tuo post. Mi è piaciuto molto.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...