venerdì 24 giugno 2016

" Vidi le Alpi "


" ... Tutto era mistero per la mia fede, la mia vita era tutta ' un’ansia del segreto delle stelle, tutta un chinarsi sull’abisso ' . Ero bello di tormento, inquieto pallido assetato errante dietro le larve del mistero. Poi fuggii. Mi persi per il tumulto delle città colossali, vidi le bianche cattedrali levarsi congerie enorme di fede e di sogno colle mille punte nel cielo, vidi le Alpi levarsi ancora come più grandi cattedrali, e piene delle grandi ombre verdi degli abeti, e piene della melodia dei torrenti di cui udivo il canto nascente dall’infinito del sogno. Lassù tra gli abeti fumosi nella nebbia, tra i mille e mille ticchiettìi le mille voci del silenzio svelata una giovine luce tra i tronchi, per sentieri di chiarìe salivo: salivo alle Alpi, sullo sfondo bianco delicato mistero. Laghi, lassù tra gli scogli chiare gore vegliate dal sorriso del sogno, le chiare gore i laghi estatici dell’oblio ... 
... Il torrente mi raccontava oscuramente la storia. Io fisso tra le lance immobili degli abeti credendo a tratti vagare una nuova melodia selvaggia e pure triste forse fissavo le nubi che sembravano attardarsi curiose un istante su quel paesaggio profondo e spiarlo e svanire dietro le lance immobili degli abeti. E povero, ignudo, felice di essere povero ignudo, di riflettere un istante il paesaggio quale un ricordo incantevole ed orrido in fondo al mio cuore salivo: e giunsi giunsi là fino dove le nevi delle Alpi mi sbarravano il cammino. Una fanciulla nel torrente lavava, lavava e cantava nelle nevi delle bianche Alpi. Si volse, mi accolse, nella notte mi amò. E ancora sullo sfondo le Alpi il bianco delicato mistero, nel mio ricordo s’accese la purità della lampada stellare, brillò la luce della sera d’amore ... "


Canti orfici
Dino Campana


Alpi


Tanto di cappello al coraggio di dire no a ciò che non funziona e all'essere pronti a pagarne le conseguenze e se per l'effetto domino vanno giù anche gli altri, peggio per loro, erano stati avvertiti e non hanno fatto nulla per arginare un ' Europa matrigna dispensatrice di un' austerità senz ' anima .


Sciarada Sciaranti

9 commenti:

  1. Alpi...meraviglie del Creato!

    E per l'Europa? Ogni stato ha ciò che si merita...

    Grazie per gli auguri, mia carissima Diletta.

    Baci

    RispondiElimina
  2. Il tuo post mi riporta indietro quando sulle Alpi andavo a sciare anche se non ho mai trovato una fanciulla che lavava i panni (peccato). Sono completamente d'accordo con la tua appendice sperando di non sbagliare credendo tu ti riferisca al Brexit. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Elio mi riferisco alla Brexit e tu da persona acuta quale sei, non potevi sbagliare, Grazie e abbraccio a te !

      Elimina
  3. BElle le ALpi! Ps ho notato quel "ricciolo" nella foto del tuo profilo...anch'io ce l'ho...ed è quello di un melone! :-)
    un caro saluto
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la visita Irene, un saluto anche a te e buono il melone !

      Elimina
  4. Corona sulla testa dell'Italia

    Patrizia

    RispondiElimina
  5. Che voi fa' Annibale, c'hai provato ma t'è andata male...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...