domenica 8 dicembre 2013

" ... L'innocenza tornò sul mondo ... "

"... Natale è la festa più bella di tutte perché con la nascita del Signore l'innocenza tornò sul mondo. Da allora, questa è la festa della speranza e della pace, sembra fatta per la gioia dei ragazzi che sono la speranza del mondo. Nei paesi s'è lavorato tutta una settimana per il Presepe.
Nel fondo si stendono rami di aranci carichi di frutta.
Si lanciano ponti coperti di muschio da un punto all'altro, si costruiscono montagne e strade ripide, steccati per le mandrie e laghetti.
Il Presepe ha l'aspetto di un paesaggio calabrese. Dalle valli sbucano fiumi, le montagne sono ripide e selvagge.
Su tutto pende il bel giallo dell'arancio come un frutto favoloso.
Il figurinaio che ha fatto i pastori sa che i ragazzi si fermeranno a guardare una per una le figurine.
Perché, meno che i soldati di Erode; tutti i pastori somigliano a persone conosciute. Sembra un paese vero.
C'è quello che porta la ricottina, c'è il cacciatore col fucile, c'è quello che porta l'agnello e fuma - una lunga pipa, c'è il mendicante.
C'è la gente che balla fra il tamburino, il piffero e la zampogna davanti al Presepe, c'è l'osteria dove si ammazza il maiale e la gente accanto alla fontana, dove la donnina lava i panni.
Ci sono persino i carabinieri che hanno arrestato un tale che ha rubato anche nella Santa Notte! I Re Magi spuntano dall'alto della montagna coi moretti che guidano i cavalli.
La stella splende - sulla grotta e gli angeli vi danzano sopra leggeri e celesti come i pensieri dei bambini e degli uomini in questi giorni ..."

Gente in Aspromonte 
Corrado Alvaro
1930


La quotidianità dei pastori  d'Aspromonte descritta dal grande Corrado Alvaro nel suo libro più famoso è caratterizzata dalla difficoltà del vivere che nasce non solo dalle condizioni disposte dalla natura ma sopratutto da quelle imposte dai padroni che con il loro potere assoluto tutto possono,

" ... per la prima volta capiva di essere in mezzo a qualche cosa di ingiusto; il sentimento della sua condizione gli si affacciò improvviso e chiaro e si sentiva come un angelo caduto."

Antonello diventa consapevole, la purezza del  suo cuore  incontra la realtà che non gli lascia più speranze, non può più credere che l'innocenza o la pace possa tornare sul mondo, per lui non ci sarà più la gioia dell'attesa del Natale, decide di lottare contro quelle regole che avvantaggiano i pochi a scapito dei molti, diventa un fuorilegge e quando viene arrestato dice: 

" Finalmente ... potrò parlare con la Giustizia. Ché ci è voluto per poterla incontrare e dirle il fatto mio."

Oggi festeggiamo l'Immacolata Concezione, addobbiamo l'albero e accendiamo le luci del presepe ma domani, affinché non si spenga definitivamente in noi la speranza di un futuro, in nome di una costituzione calpestata, abusata, svilita e in difesa della dignità umana, sosteniamo la manifestazione del "Movimento dei Forconi" che coinvolge tutta l'Italia


ALESSANDRIA - da 9 dicembre ad oltranza presidio in piazza della libertà

AREZZO - da lunedì 9 Dicembre, ore 7.00, fino al 16 Dicembre.
 presidio in piazza Dante, corteo che parte dal piazzale stazione alle 07.30

ASCOLI PICENO - presidio presso S.S. 16-Via Pasubio,99 all'altezza del Ponte Fiume Tronto
dalle 8.00 alle 20.00, dal 9 dicembre

ASTI - presidio, volantinaggio e azione di rallentamento del traffico in Piazza Alfieri, dalle ore 7.00 del 9 dicembre.

AVEZZANO -  presidio  in Piazza Torlonia di fronte al palazzo ARSSA, dalle ore 7.00 di lunedì 9 dicembre

BARI - domenica 8 dicembre ore 22.00 blocco della circonvallazione all'altezza del distributore di benzina fra l'uscita di Poggiofranco e Carrassi in entrambi i sensi di marcia lasciando libera la corsia per i mezzi di soccorso e vari
lunedì 9 dicembre dalle ore 9.00 gazebo in piazza prefettura, corteo sulle principali vie cittadine fino alla regione e ritorno al comune, nel pomeriggio possibile conferenza stampa al  comune

BOLOGNA - manifestazione lunedì 9 dicembre, alle ore 9.00 piazza "Liber Paradisus", per spostarsi nel pomeriggio in piazza Maggiore

BRESCIA - presidio nel piazzale dell'ortofrutta,con volantinaggio, dalle 22 dell'8 dicembre

CARRARA - presidio dalle ore 9:00, del 9 dicembre, di fianco alla rotonda centrale di viale xx settembre, Carrara

COMO - presidio 9 dicembre dalle ore 7.00 presso piazza Camerlata

CREMONA - presidio 9 dicembre dalle ore 7.30 presso parcheggio fiera Ca' de Somenzi

FERRARA - presidio, dal 09 dicembre al 13, prorogabile, da piazza Casello a piazza Repubblica  dalle 09.00 alle 20.00

FIRENZE - piazza della Fortezza da Basso lato fontana ore 7.00 del 9 dicembre fino al 13

FORLI' -  presidio presso piazzale della Vittoria, lunedì 9 dicembre dalle ore 8.00.
Il sit-in PACIFICO consisterà in manifestazioni, attività di protesta, ed altre attività collaterali collegate alla protesta nazionale che avrà luogo in tutte le principali piazze di Italia.

GENOVA - piazza De Ferrari, 9 dicembre dalle ore 8.00 presidio ad oltranza, corteo ore 14.00

GORIZIA -  in Piazza Municipio dalle ore 22 del giorno 8 dicembre

GROSSETO - corteo 9 dicembre ore 07.00 piazzale della stazione, il corteo si muove dalle 07.30: via G.Mameli- via G. Matteotti - piazza f.lli Rosselli - via IV Novembre - viale Manetti- viale Ximenes - piazza S. De Maria - via dei Lavatoi - via Fossombroni - via Porciatti - Corso Carducci - Piazza Dante 
Presidio fino al 13 dicembre in piazza Dante 

IMPERIA - 9  dicembre dalle ore 8.00 presidio in piazza U. Calvi 

LA SPEZIA - presidio davanti al Teatro Civico di Spezia - inizio ore 08.30, lunedì' 9 dicembre.

LUCCA - presidio nel piazzale Boccherini, dalle 7.30 alle 24, dal 9 dicembre, tutti i giorni, ad oltranza

MANTOVA - domenica mattina 8 dicembre, postazione fissa per sit-in nel piazzale M.L.King
 lunedì 9 dicembre ci sposteremo in direzione casello autostradale Mantova Nord

MATERA - corteo  ore 9.00 Piazza Matteotti stazione centrale
ore 9.30 circa si prosegue per via Roma, piazza Vittorio Veneto, via del corso, via Ridola, via Duni, via Lanera,via castello, Regione Basilicata Matera

MILANO - presidio Milano nord - Mazzo di Rho: rotonda denominata R2, vicino via Risorgimento;
rotonda R1, S.S.33, tangenziale ovest, sarebbe la rotonda che va a Sempione.
Ore 9.00 in piazza San Magno, Legnano - sit-in 

MODENA - 09.00 piazzale San Agostino - 9.30 si prosegue per viale Monza, viale Monte Kosico, viale Bruni, viale Caduti in Guerra, viale Martiri della Libertà, viale delle Rimembranze, viale Vittorio Veneto, piazzale San Agostino

MONFALCONE - presidio in piazza della Repubblica, dalle ore 22 del giorno 8 dicembre

NAPOLI - presidi in piazza Trento e Trieste dalle ore 9 di lunedì 9 dicembre

PADOVA E PROVINCIA - zona Stanga presidio dalle ore 7.00 del 9 dicembre;
lunedì 9 e giovedì 12 dicembre, dalle ore 08.00 alle 23.00 presidio di fronte al municipio di Monselice;
martedì 10 e mercoledì 11 dicembre, presidio nella piazza maggiore di Este

PARMA - presidio con postazione fissa  presso  parcheggio Scambiatore nord  - Parma dalle ore 22.30 dell'8 dicembre, 24 ore su 24

PERUGIA: 9 Dicembreore 7.30 stazione Fontivegge , partenza del corteo  ore 9.00 fino alla prefettura a piazza Italia e sit-in ad oltranza

PESCARA: presidio dalle ore 8.00 del 9 dicembre piazza Duca D'Aosta.

PESCARA - VAL VIBRATA - presidio dalle 23.30 di domenica 8 dicembre all'uscita autostrada Val Vibrata 

PIACENZA - presidio in piazza Genova, angolo pubblico passeggio 9 dicembre dalle ore 9.00

PIOMBINO - dalle ore 7.00 del 9 dicembre fino al 15 dicembre alla rotonda dello stabilimento Sol all'entrata di Piombino, viale Unità d'Italia 

PISTOIA - lunedì 9 dicembre 2013 alle ore 10  in piazza San Francesco comunemente nota come Piazza Mazzini per prendere parte al sit in; alle ore 11 partirà un corteo che toccherà tutti i punti nevralgici della nostra città.
Ciò si protrarrà fino a venerdì 13 Dicembre tutti i giorni dalle 10.00 alle19.00

PORDENONE - presidio presso la statale 13 Pontebbana dalle ore 22 del giorno 8 dicembre in piazzetta Cavour

PORTO SAN GIORGIO - FERMO - dalle ore 7.00 di lunedì 9 dicembre presidio presso la rotonda Sant'Anna vicino casello autostradale

POTENZA - domenica 8 dicembre ore 00:00  presso Motel Park uscita Potenza ovest, adesione sciopero nazionale autotrasporti TRASPORTOUNITO : trattasi di un blocco della Basentana

RAVENNA - lunedì 9 dicembre alle ore 9.00 a piazza Gandhi adiacente piazza Baracca, corteo alle ore 10.00 attraverso via Cavour fino a piazza del Popolo. Il sit-in PACIFICO consisterà in anifestazioni, attività di protesta, ed altre attività collaterali collegate alla protesta nazionale che avrà luogo in tutte le principali piazze di Italia.

REGGIO EMILIA -  8.30 parcheggio della Caserma Zucchi, corteo alle ore 9.00 con punto d'arrivo a piazza Prampolini, presidio ad oltranza in piazza Del Monte. Alcuni gruppi andranno ai caselli autostradali di Reggio Emilia, di Campegine e di Rolo

RIMINI - sit-in da lunedì 9 dicembre presso Arco d'Augusto

ROMA - Presidio permanente in Piazza Dei Partigiani (Piramide-Ostiense) a partire dalle ore 8.00 del giorno 9 Dicembre.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - presidio dei cittadini del Coordinamento Ascoli/ San Benedetto Del Tronto presso S.S. 16-via Pasubio ,99 all'altezza del ponte Fiume Tronto dalle 8.00 alle 20.00, dal 9 dicembre.

SANNAZZARO DE BURGONDI - presidio del Coordinamento Pavia-Voghera dalle 22 .00 dell'8 dicembre, presso raffineria a Sannazzaro De Burgondi.

SAVONA - 9 dicembre, piazza Sisto IV, sit-in, dalle ore 8.00 in piazza Saffi davanti al palazzo del governo - ad oltranza

SCALO GRASSANO/GARAGUSO - manifestazione/blocco dalle ore 7:00 del 9 dicembre

SCANZANO - presidio allo snodo tra la ss106 e la ss598 Val d'Agri, dalle ore 9:00 del 9 dicembre

SIENA -  lunedì 9 dicembre presso piazza Lizza

SIRACUSA (PROVINCIA) - giorno 8 dicembreore 22 e 30 presso la portineria centrale Isab Priolo.
Qui si deciderà dove e come organizzare i Presidi nell'intera Provincia.

TERAMO - sit-in via ss. 16 adriatica di fronte al centro commerciale "Il grillo" a Martinsicuro (TE) lunedì 9 dicembre ore 09.00 - sit-in presso ponte San Giovannia lunedì 9 dicembre ore 09.00

Presidio uscita autostrada Val Vibrata. Lunedì 9 dicembre dalle ore 00.00 (camionisti e non solo)

TORINO -  presidio Torino sud piazza Pitagora e presidio Torino nord piazza Derna dalle ore 5.30 lunedì 9 dicembre - presidio Torino centro piazza Castello dalle ore 9.00  lunedì 9 dicembre

TRENTO - 1° presidio presso uscita autostrada Trento nord interporto - 2° presidio uscita autostrada Rovereto sud

TRIESTE - presidio in piazza Borsa, dalle ore 22 del giorno 8 dicembre, attivo 24 ore su 24 ad oltranza, saranno graditi aiuti per chi si farà le notti

UDINE - presidio presso Piazzale Osoppo dalle 22 dell'8 dicembre. Corteo alle ore 18 di lunedì 9,
percorso : presidio Osoppo - via Gemona - Riva Bartolini - via Mercato Vecchio - via Manin - piazza Primo Maggio - viale della Vittoria - piazzale Osoppo- presidio Osoppo.
Analoga iniziativa è prevista per il giorno 11 dicembre

VIAREGGIO - largo Risorgimento zona PAM, il presidio partirà dalle 08.00 di lunedì 9 dicembre fino al 13 non stop 24 ore su 24 ore

VIBO VALENTIA - Sit-in ad oltranza, in prossimità dell’incrocio di fronte all’ Italcementi (area semaforo)
Il sit-in ha la durata di sei giorni  a partite dalle ore 9.00 del 9 dicembre

10 commenti:

  1. Mi sono bastate le tue parole di presentazione per iscrivermi...
    Ti approvo incondizionatamente e spero in un tuo ricambio...http://rockmusicspace.blogspot.it/
    Grazie e serena serata!

    RispondiElimina
  2. Cara Sciarada, uno mobilitazione così grande, credo non ci sia mai stata!!! Spero che serva a qualcosa, ma ti confesso che in questo caso sono pessimista, non so proprio cosa dovranno fare perché l'Italia esca da questo tunnel sempre più scuro.
    Ti lascio un augurio di una buona settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ciao Sciarada, complimenti per il crepitio del camino, e per la poesia del presepe, sembra una favola.
    e adesso uniamoci tutti in un grande abbraccio sperando di salvare questa nostra Italia.
    ciao cara amica buona settimana
    Tiziano.

    RispondiElimina
  4. Ciao Sciarada, il post è ottimo ed, a parte far venire voglia di fare il presepio, ci inviti veramente ad agire. Purtroppo io abito troppo lontano e quindi non posso sostenere questa azione che reputo sarà pacifica e non violenta come succede qui in Francia. Compliment per il banner movimentato e per il ricordo di Mandela. Uomini così nascono solo ogni duecento anni. Ho il film "Invictus" che racconta una parte della sua vita. Un abbraccio e buone feste.

    RispondiElimina
  5. Ciao Sciarada. Eccezionale il tuo post con quella meravigliosa descrizione del presepe con paesaggi e persone della vita di ogni giorno. Un presepe poetico e reale. E poi un immenso grazie per la documentazione completa che hai riportato su questa manifestazione che speriamo riesca a smuovere qualcosa. Peccato che non ci sia nulla a Milano città, ma solo nell'hinterlland!

    RispondiElimina
  6. ciao Sciarada, grazie per questo intenso post, molto ricco di emozioni natalizie e uno sprone ad un unirci tutti sperando di riuscire a cambiare un po' le cose, per vivere piu' sereni, speriamo... ciao grazie complimenti, buona settimana rosa.

    RispondiElimina
  7. Quanto abbiamo bisogno d'Innocenza...

    Approvo tutto, mia Diletta.

    Le parole non sevono più...

    Baci

    RispondiElimina
  8. Cara Sciarada, abbiamo davvero bisogno di Luce Vera.....siamo da troppo tempo nell'attesa del cambiamento. Che ben vengano giornate come quella di oggi...era ora che ci svegliassimo dal torpore!!!
    Un abbraccio;))

    RispondiElimina
  9. ...io penso che l'uomo, con la nascita del processo di industrializzazione, abbia iniziato a smarrire quei valori che respirano nello spirito e che nel bene e nel male contribuiscono alla difficile ricerca del senso della vita, e a percorrere il travagliato tragitto esistenziale privo di una possibile decifrazione; in questo cammino quotidiano, per quanto semplice alla natura, ma per quanto complicato all'uomo, questi, chiamati dei forconi, chiedono soltanto di salvaguardare quella dignità raggiunta in secoli di lotte e sofferenze, quella dignità costruita da dogmi sociali che permette di affrontare situazioni socialmente inique, di affrontare anche se nudi, l'umiliazione guardando alto il cielo; oggi, in un contesto storico di globalizzazione, dove le classi sociali sono sempre più distinte e lontane, l'uomo di potere mostra la sua intelligenza con la stupidità, il suo egoismo con l'orrore, l'indifferenza con la brutalità, la sua naturale nudità sempre più vestita di falsi moralismi, bevendo il ciceone di Mefisto, la pura droga del male; e questi poveri uomini strafatti, non si rendono neppure conto che la vera dignità non si può calpestare se non quando se ne è completamente privi, abusando del potere di quella forza che loro chiamano, legale; uomini che difendete la vostra dignità con forconi di legno, è a voi che a storia concederà pagine scritte con l'inchiostro dell'onore...grazie Sciarada per toccare anche argomenti di attualità che feriscono e indignano...abbraccio...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...