venerdì 26 luglio 2013

Anansi


"... Le storie sono come ragni, con lunghe zampe, e sono come le ragnatele in cui l'uomo finisce aggrovigliato, ma ... se le guardi sotto una foglia, nella rugiada del mattino, sembrano tanto belle con quel modo elegante di collegarsi una all'altra, strette strette..." 

I ragazzi di Anansi
 Neil Gaiman
Scrittore, fumettista

Per la mitologia africana e il folklore degli Ashanti, Anansi è il dio Ragno metà uomo; un eroe ancestrale ma anche un ingannatore che può trasformarsi in  tutto ciò che vuole, è il creatore del sole, della luna, delle stelle, del giorno, della notte e anche del primo uomo a cui Nyame, dio del cielo e principio dell'universo, dona il primo ed essenziale soffio vitale. 
Anansi è figlio di Nyame e Asase Ya, dea della terra, della fertilità, genitrice di tutti gli dei ed è lo sposo di Aso chiamata la strega di Anansi. 
Il dio Ragno porta la pioggia per spegnere gli incendi boschivi, determina i confini degli oceani e dei fiumi durante le piene, elargisce la sua saggezza all'umanità ed insegna come seminare il grano e come usare la pala sui campi. 
La leggenda narra che Anansi  si rivolge al padre per diventare re di tutte le storie e di tutto ciò che desidera, Nyame  gli spiega che deve catturare: 
il Giaguaro con i denti come pugnali, 
la Vespa che punge come il fuoco, 
la Fata che nessun uomo ha mai visto
ed Anansi per perseguire il suo scopo mette in atto i suoi inganni: 
attraverso un gioco riesce a legare il Giaguaro con i denti come pugnali che vuole sfamarsi trangugiandolo,
si manifesta alla Vespa che punge come il fuoco sotto le mentite spoglie di gocce di pioggia e la fa nascondere in una calabash* così da poterla imprigionare
ed infine intrappola la Fata che nessun uomo ha mai visto con lo stratagemma del bambino di pece, una pupazzo interamente ricoperto di pece che si attacca sempre di più a chi tenta di divincolarsi dalla sua presa. 
Il mito del bambino di pece, che tra le sue vittime annovera lo stesso Anansi che aveva tentato di rubare del cibo e che insieme all'epopea di questo dio Ragno si diffuse e fu conosciuto inizialmente in tutta l'Africa e successivamente in tutti quei luoghi dove furono deportati gli schiavi, in America  prese il nome di Brer Rabbit e nel 1946 fu inserito nel film Song of the South - I racconti dello zio Tom, prodotto dalla Walt Disney.

Calabash* Cucurbita lagenaria,  zucca  del pellegrino usata come alimento vegetale quando è ancora tenera e come contenitore o ornamento quando è secca




Nelle Antille olandesi e nei Caraibi, Anansi e la sua sposa sono conosciuti come Nanzi e Shi Maria.

P.S. In attesa di poter essere più presente vi avvolgo tutti in un immenso abbraccio!  

13 commenti:

  1. Leggende come parafrasi di quanto avviene nel quotidiano.

    RispondiElimina
  2. Hi Sciarada,

    Brilliant spider image........interesting story too,thank you!
    Hope you are enjoying summer in your country.

    Wishing you a happy weekend!
    Ruby

    RispondiElimina
  3. Ciao Sciarada bentornata alla grande con questo interessantissimo post, le leggende hanno sempre un fascino particolare, fanno volare la fantasia, bellissima l'immagine, grazie del video, un abbraccio anche a te a presto rosa, buon week end.)

    RispondiElimina
  4. Cara Sciarada, rieccomi dopo un po di assenza per varie ragioni, spero di continuare a vedere sempre i tuoi interessanti post che mi riportano nella mia giovane età.
    Se passi da me c'è per tutti chi la desiderano di scaricare il PDF del mio libro.
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Le favole sono sempre intriganti,avvolgenti e coinvolgenti. E spesso racchiudono riflessi di realtà che ogni popolo coniuga a suo modo.Un abbraccio e a presto,allora.

    RispondiElimina
  6. Non amo i ragni ma questa è stata per me una bella "lezione" che ho seguito molto volentieri.
    Grazie e ... ben tornata!
    Un grande abbraccio
    Joh

    RispondiElimina
  7. ... solo per segnalarti, casomai ti interessasse, il blog di questa mia cara amica:

    http://www.cavernacosmica.com/il-solstizio-destate-e-san-giovanni-decollato/

    Ancora un abbraccio
    Joh

    RispondiElimina
  8. elle a de belles et longue pattes ou j'adore ce bleu et vert

    RispondiElimina
  9. Arrivo da te perché passando da Elfi, ho visto un lusinghiero commento sulla tua foto e posso solo aggiungere che ha ragione. Inoltre mi ha appassionato il tuo testo. Peccato che il secondo clip video di Fratel Coniglietto non sia riuscito a vedrlo perché si blocca, ma sono sicuro che la storia finisce bene. Buona estate.

    RispondiElimina
  10. Grazie a tutti di cuore e un bacio per ognuno di voi!

    RispondiElimina
  11. ...davvero interessante la mitologia africana che umilmente ammetto di non conoscere, ho letto rapito e affascinato...pure i video del grande Walt Disney...grazie della proposta come sempre accurata in ogni parte....con tanta stima e sincero affetto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavaliere io la rapisco e mi lascio rapire dalla sua poesia!
      L'avvolgo in un abbraccio!

      Elimina
  12. I invite you to join my Epic Romwe Giveaway - Chance to win 3 awesome dresses! http://fashiongetsfierceblog.blogspot.pt/2013/08/romwe-giveaway-3-winners.html JOIN NOW! (Worldwide) You'll need to follow my blog on GFC to be elegible to win, but I will follow back :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...