martedì 12 marzo 2013

In diagonale


"...la mia vita fugge in diagonale
ritorna prepotentemente un desiderio morale.
La mia vita cerca fughe in diagonale
per accelerare le calde influenze del sole.
Indipendentemente la mia vita fugge." 


Running against the grain
Franco Battiato

14 commenti:

  1. Tra fughe in avanti, ritorni,ricerche desideri, si dipana irrefrenabile il gomitolo della vita.

    RispondiElimina
  2. Cara Sciarada, molto belle queste tue frasi poetiche, sono versi veramente belli, complimenti.
    Ciao e buona notte, è già tardi e sono molto stanco.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ciao Sciarada, le canzoni di Battiato bisogna ascoltarle come se fossero poesie e ricavarne sempre una lezione. Per il post precedente condivido in pieno quanto detto da Tomaso e ti complimento per la risposta a Golconda. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
  4. ...la tua splendida foto mi rammenta un albero a me tanto caro piegato dal peso della neve, e i versi di Battiato, la mia schiena...grazie a te Sciarada e a Johakim per averci reso partecipi di una profonda riflessione...Abbraccio...

    RispondiElimina
  5. Foto spettacolare, mia carissima Diletta.

    Parla da sola...

    Bacioni.

    RispondiElimina
  6. I love the idea of your life running diagonally!

    RispondiElimina
  7. Ecco una perfetta simbiosi d'immagine e parole, che sottolinea il bisogno di evadere dalle convenzioni, dall'ordinarietà, dalle cose scontate insomma.
    L'albero trasversale, rispetto ad un contesto di piante verticali, così come i versi di Battiato stanno a simboleggiare proprio questo bisogno di diversità, di novità e, in un certo qual senso, di "pulizia", una condizione di cui il mondo intero avrebbe veramente bisogno, specialmente in questo momento.

    RispondiElimina
  8. grande battiato, lo ascoltavamo sempre in casa la domenica!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  9. non avevo mai visto battiato sotto questo aspetto in queste parole :-)

    RispondiElimina
  10. ciao Sciarada, nemmeno io avevo mai sentito questo pezzo di battiato, grazie d'averlo messo, molto interessante come concetto, buon week end a presto rosa.))

    RispondiElimina
  11. Ciao Sciarada ho letto il post che ci segnali , fa stringere il cuore ,non riesco ad aggiunger altro tranne che è terribile...!
    La foto è meravigliosa, pazzesca. Significative le parole di Battiato.
    Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  12. Ho aderito al tuo invito e sono passato a leggere quel post lasciando un breve commento.
    Quanto ai versi di Battiato anche a me sembra più un poeta che un cantante.
    Di suo ho ancora il ricordo di due canzoni: Prospettiva Nevski e La stagione dell'amore.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  13. Ciao Sciarada !
    La traduction française ne donne pas beaucoup de sens à tes vers. C'est dommage.
    Ta photo est très belle.
    Ce genre de diagonales je les ai dans mes bamboos japonais.
    Bon week-end !

    RispondiElimina
  14. ..sono tornato per raddrizzare il faggio caduto sotto le pesanti mani dell'implacabile natura, e con un sospiro di gioia, ora lo vedo accanto agli altri e, il mio spirito è più vicino al suo...carissima Sciarada, la supplico, non pubblichi altri post con alberi caduti!....abbraccio con braccia dolenti...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...