mercoledì 29 febbraio 2012

La porta del monaco

Quest'opera che ho sventrato e sezionato  per riuscire a cogliere tutti i particolari che la compongono è frutto del lavoro di un artista dell'ottocento, Filippo Balbi, che attraverso il padre, scultore napoletano, vive nel mondo dell'arte fin da piccolo. Filippo studia all'Accademia delle Belle Arti di Napoli e poi continua il suo percorso formativo, di stampo purista*, a Roma nel Pensionato Borbonico di Palazzo Farnese.

*Purismo = termine coniato nel 1838 da Antonio Bianchini per definire il movimento pittorico che ridava nuovo valore e importanza alla pittura degli artisti primitivi italiani del trecento e del quattrocento.

N.B. "Nell'arte moderna" il termine Purismo  fa riferimento al movimento pittorico e architettonico creato in Francia da Amédée Ozenfant e Charles-Edouard Jeanneret ( più conosciuto con il suo pseudonimo Le Corbusier), in cui l'espressione artistica doveva addentrarsi in nuove forme stilizzate ispirate da elementi meccanici.



Ci troviamo di fronte ad una porta aperta che oggi è conservata nel chiostro michelangiolesco delle Terme di Diocleziano di Roma, dipinta ad olio con la tecnica in trompe - l'oleil* su legno e muro.

*Il trompe - l'oleil =  dal francese tromper - ingannare e oeil - occhio, è una tecnica pittorica che si basa sul chiaroscuro e la prospettiva, per creare  un' apparenza, inglobata e fusa nell'architettura circostante che permette di percepire un'immagine  bidimensionale come tridimensionale in un continuum illusorio di realtà.


Sull'anta lignea della porta vengono esposti degli oggetti descrittivi, appartenenti al personaggio che andremo tra poco a scoprire, strumenti utilizzati nelle attività  della  vita quotidiana, legate sia al sostentamento del corpo che della mente, elementi che simboleggiano la riflessione, la meditazione, la penitenza, la conoscenza e il necessario e moderato nutrimento del corpo.  


 Un teschio ed una croce,


una clessidra, un rosario, una candela appena spenta e delle penne,





un cilicio e degli occhiali pince-nez,



dei libri,


pane e ortaggi per un frugale pasto,






altri libri che ci permettono di capire qualcosa in più, il Vecchio e Nuovo Testamento e le Consuetudini di Guigo, che racchiude  l'ordinamento dei frati certosini e delinea e costruisce l'identità della confraternita,


e una cesta di legna per cucinare e scaldarsi.


Sulla soglia della porta, nella parte dipinta su muro, incontriamo questo religioso che sappiamo essere un frate certosino soggetto alla regola del silenzio che mentre ci guarda in faccia  ed entra in un contatto diretto con noi, con i gesti ci da    ulteriori indicazioni sulla sua identità,



Con la mano sinistra tiene un foglietto di carta  in cui c'è scritto:

Erudi filium tuum et refrigerabit te et dabit delicias animae tuae
Proverb. XXIX. 17.

Correggi il figlio e ti farà contento
e ti procurerà consolazioni.
Proverbi 29:17

Ci sta dicendo che è contento di suo figlio che ...


mostra con la mano destra,


è diventato papa  nel 1265 con il nome di Clemente IV.


Ed ecco svelato il mistero in questo ultimo foglietto, il frate in questione è Fercoldo, l'avvocato Pierre Foucois o Le Gros Foulquois o Foulque (sul nome c'è qualche controversia), appartenente ad una nobile famiglia originaria della  Gallia Narbonense,  che dopo la morte della moglie si converte e prende i voti indossando l'abito dei certosini, suo  figlio Guy Foucois  che prima si dedica allo studio del diritto,  esattamente come il padre dopo la morte della moglie entra nel mondo ecclesiastico e  riesce a diventare  papa.


Il gatto  che assume il nostro stesso ruolo:  guarda dall'interno ciò che noi spettatori osserviamo dall'esterno, ci riporta a quel continuum tra illusione e realtà.


Questa è la firma autografa di Filippo Balbi che data la sua opera nel 1855. 

© Sciarada

domenica 26 febbraio 2012

"Il progetto di vita"

Chi sceglie da sé il progetto della propria vita impegna invece tutte le proprie facoltà. Deve usare l'osservazione per vedere, il ragionamento e il giudizio per prevedere, l'attività per raccogliere elementi utili alla sua decisione, il discernimento per decidere e una volta presa una decisione ponderata, fermezza e autocontrollo per attenervisi.
...Non è facendo annegare nell'uniformità tutto ciò che si ha di individuale dentro di sé, ma piuttosto coltivandolo e facendolo emergere entro i limiti imposti dai diritti e dagli interessi altrui, che gli esseri umani diventano qualcosa di nobile e bello da guardare; e come le opere partecipano del carattere di chi le fa, analogamente anche la vita umana si arricchisce, si diversifica e si anima, da più linfa e alimento a pensieri e sentimenti elevati, rafforza i nodi che legano ogni individuo alla sua specie, perché la fa diventare una cosa alla quale è infinitamente più degno di appartenere. Nella misura in cui sviluppa la sua individualità, ogni essere umano acquista maggior valore ai propri occhi e può quindi acquistare maggior valore agli occhi altrui. La sua esistenza raggiungerà una maggiore pienezza di vita e quando c'è più vita nelle singole unità ce n'è di più anche nella massa da loro composta.
...C'è sempre bisogno di persone che non solo scoprano nuove verità e ci indichino il momento in cui non sono più vere le verità di un tempo, ma che inoltre instaurino nuovi schemi di comportamento, diano l'esempio di una condotta più illuminata, di una vita più piena di sapore e di senso: nessuno potrà davvero negarlo, a meno di non credere che il mondo abbia già raggiunto la perfezione in tutti i suoi aspetti e i suoi modi di essere.
...La cruda verità è questa: si può anche dire di voler rendere omaggio alla superiorità intellettuale, reale o presunta e magari lo si fa pure davvero; ma la tendenza generale in tutto il mondo è quella di assegnare il predominio alla mediocrità.
...Quando il potere dominante lo hanno assunto o lo stanno per assumere ovunque le opinioni di masse composte solo da uomini di medio livello, l'unico contrappeso e l'unico collettivo a tale tendenza è, mi pare, l'individualità sempre più marcata di chi si pone ai più alti livelli di pensiero. E' soprattutto in circostanze simili, che si dovrebbero incoraggiare gli individui eccezionali ad agire in modo diverso dalla massa, invece di conculcarli.
...Oggi in questa nostra epoca, il semplice esempio di anticonformismo, il mero rifiuto di piegarsi in ginocchio di fronte alle usanze, è già di per sé un servizio all'umanità. Proprio perchè la tirannia dell'opinione è tale da fare dell'eccentricità un'onta, per riuscire a far breccia in questa tirannia è auspicabile che gli uomini siano eccentrici.
...Non c'è ragione che tutta l'esistenza umana sia costruita secondo uno solo o alcuni esigui modelli. Se una persona possiede una dose anche appena apprezzabile di buon senso e di esperienza, il suo modo personale di disegnare la propria vita sarà il migliore: non perchè migliore in sé, ma perchè è il suo. Gli esseri umani non sono come le pecore e neanche le pecore son poi davvero tutte identiche l'una al'altra.


L'individualità come uno degli elementi del benessere umano
Sulla libertà

sabato 25 febbraio 2012

Presagio di primavera!

Mite presagio
vivente d'effluvio
colma l'aria

© Sciarada Sciaranti







Offro a lei questi fiori e le dedico questo post perché quando sorride è sempre  primavera

Gaudente è questo giorno
immemore di cotanta dolcezza creata
aurora di sorrisi
nunzi traboccanti
nobili di  quel sentimento evocato
amore

© Sciarada Sciaranti

Felice compleanno

mercoledì 22 febbraio 2012

Cinemautografi


Anteprima locandina 

Oggi verrà inaugurata la mostra della nostra straordinaria Elettra che è dedicata alla notte degli Oscar che si terrà il prossimo 26 febbraio;
verranno mostrate al pubblico ben 250 foto autografate di attrici, attori e registi  dalle  grandi capacità artistiche che hanno contribuito a costruire  la storia del cinema internazionale. Elettra ha lavorato veramente tanto per organizzarla e anche se io so che la sua mostra  avrà il grande successo che merita,  le mando lo stesso un immenso in bocca al lupo!!! 

lunedì 20 febbraio 2012

Il progetto del fato

Tre militari, del 66° reggimento fanteria "Trieste" con sede a Forlì inquadrato nella brigata aeromobile Friuli di Bologna, impegnati in operazione di recupero di un convoglio bloccato dalle particolari condizioni climatiche, hanno perso la vita per il ribaltamento del mezzo Lince  in un corso d'acqua nei pressi di Shindand  nella parte ovest dell'Afghanistan. 


 Caporal maggiore capo Francesco Currò
33 anni - 27 febbraio 1979
Messina


Primo caporal, maggiore  Francesco Paolo Messineo
29 anni - 23 maggio 1983
Termini Imerese -Palermo



Primo caporal maggiore Luca Valente
28 anni - 8 gennaio 1984 
Gagliano del Capo - Lecce


20 febbraio 2012

domenica 19 febbraio 2012

Sotto il segno della candida neve

2338  sono le foto che ho scattato durante l'evento straordinario che da venerdì 4 febbraio 2012 ha avvolto  e travolto Roma  con maestosa, magica e candida  purezza :
LA NEVE!!!!
Penso che molti di voi siano stati inondati dalle immagini dei grandi monumenti della capitale sotto la coltre bianca, pertanto nella scelta delle foto da pubblicare ho optato per qualcosa di più semplice.
  



Come si fa a rinunciare al dolce?





Par Condicio


Adesso ne mancano solo 2330 !!!

 ^_^

Un immenso plauso va da parte mia a tutti i volontari che con grande tenacia,   con tanta delicatezza e  grande gentilezza si prendono cura di chi non ha un riparo e rischia di morire al freddo 

martedì 14 febbraio 2012

Io e te


Io e te

Io, altro da te.
Tu, altro da me.
Due forme sincrone,
in sintonia nello stesso movimento.
Due pensieri sussurrati,
che si armonizzano in un unico verso.
Due essenze intense,
che giocano nell'aria,
 inebriandola con il loro profumo.
Due monadi distinte e indipendenti,
che superano sé stesse,
si aprono, si incontrano,
 in un io e te,
che è dolcemente, impetuosamente,
 un incantevole, sorprendente, piacevole,
 noi.

© Sciarada

Oggi ci tenevo ad essere presente per augurarvi un San Valentino sorridente, felice e coinvolgente,  in cui l'espressione dell'amore possa  espandersi e   manifestarsi in ogni sua forma innamorata e possa essere vissuta da tutti indistintamente.
Buon San Valentino e spero a presto!

Chi vuole conoscere le origini di questa festa clicchi su San Valentino

P.S.  Ho scoperto che Jessica ( nome della mia connessione internet) è meteropatica, è suscettibile e sensibile ad ogni cambiamento climatico, fa i capricci e continua a singhiozzare, ma:  "lei non è cattiva; è che la disegnano così!"  

venerdì 3 febbraio 2012

Muschio increspato e scintillante


 "Stavo disteso nel muschio increspato e scintillante e lo stavo osservando. Osservavo come proiettava riflessi verdi sulla ghiaia bianco -argentea come se proiettasse attorno a sé cristalli di malachite. E percepivo il suo lento e lieve progredire, che svegliava i fiori stupiti dal lungo e soave torpore."

E tuttavia la morte
Rainer Maria Rilke

P.S. Avviso preventivo: la mia connessione internet, a cui sono legata da un grande rapporto di amore e odio,  da ieri funziona a singhiozzo, non sono riuscita neanche a rispondere a tutti i commenti del post precedente, ma lo farò appena sarà possibile, pertanto se dovessi scomparire senza lasciare traccia, non pensate che sia stata inghiottita da una voragine oscura senza ritorno! Ciao a tutti ed un abbraccio! 

mercoledì 1 febbraio 2012

The Versatile Blogger

Ringrazio la carissima Adriana del blog Ri - presa nella rete, che ha gentilmente pensato di donarmi il Premio Versatilità, l'ho molto gradito  come tutti quelli che sono arrivati in precedenza, perché, questo come gli altri, porta con sé un pensiero che mi è stato dedicato  e partecipo proprio per questo motivo anche se la scelta di un numero limitato di blog a cui offrirlo  per me è veramente e sempre ostica, questa volta la specificità del termine versatilità mi viene incontro, permettendomi di proporre il premio  a tutti i blog amici che trattano "vari argomenti" e di    superare così, solo "di poco", il limite di 15 blog da citare.


Devo dirvi 7 cose di me:
1 Amo tutti i colori con una leggera predilezione per l'azzurro
2 Preferisco la luce del sole al buio della notte
3 Non mi piace l'ansia e la evito
4 Seziono mentalmente qualsiasi cosa attiri il mio interesse per cogliere tutti i dettagli  che poi si armonizzano nel tutto  
5 Preferisco l'originalità dell'imperfezione che emerge e si distingue dalla banalità della perfezione
6 Mi piacciono il gelato e i dolci al cucchiaio anche se il mio palato è più predisposto al salato
7 Posso diventare intrattabile se qualcuno, che, in un discorso, non condivide il concetto che esprimo, mi  dice di pensare o  che non ho capito

Mando un abbraccio ed un saluto agli altri amici  che nel loro spazio virtuale trattano un tema specifico e mostro sperando di non aver dimenticato nessuno l'elenco dei blogger a cui passo il premio: 

Sirio

Chiunque voglia il logo del premio per postarlo o semplicemente per condividerlo,  deve prenderlo da Adriana (sul mio non si può), che è raggiungibile cliccando sul titolo del suo blog

N.B. I nomi scelti tra coloro che commentano, per rispettare il silenzio dei lettori fissi che osservano soltanto, sono stati elencati secondo l'ordine alfabetico del titolo del blog , non ho inserito ovvero ho cercato di non inserire chi  ha già ricevuto e postato il premio  e chi è già  stato nominato da qualcun altro.  

P.S. Ho scoperto solo dopo aver pubblicato il post che anche Claudia del blog Fantasie Luccicanti mi aveva gentilmente donato lo stesso premio, la ringrazio moltissimo e chi vuole può andare anche da lei a prelevare il logo. 

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...