mercoledì 9 maggio 2012

L'antro della strega



"La cucina: il vero regno di mia madre, l'antro caldo della strega buona sprofondato nella terra desolata della solitudine, con pentole piene di dolci intingoli che ribollivano sul fuoco, una caverna d'erbe magiche, rosmarino e timo e salvia e origano, balsami di loto che recavano sanità ai lunatici, pace ai tormentati, letizia ai disperati. Un piccolo mondo venti-per-venti: l'altare erano i fornelli, il cerchio magico una tovaglia a quadretti dove i figli si nutrivano, quei vecchi bambini richiamati ai propri inizi, col sapore del latte di mamma che ancora ne pervadeva i ricordi, e il suo profumo nelle narici, gli occhi luccicanti, e il mondo cattivo che si perdeva in lontananza mentre la vecchia madre strega proteggeva la sua covata dai lupi di fuori."

La confraternita dell'uva
John Fante

9 commenti:

  1. Un' immagine poetica e malinconica che mi rimanda a profumi, suoni ed emozioni oramai perduti.
    Molto evocativa.

    RispondiElimina
  2. la grotte de romulus et remus..

    RispondiElimina
  3. .... bel testo!
    Leggendolo,mi è entrato nel cuore un senso di piacere e di allegria...
    Ciao cara Sciarada:)
    Luci@

    RispondiElimina
  4. La cucina di mia madre risuonava dell'odore dei broccoli in cottura.

    E' un libro che tu consigli?
    Gigio

    RispondiElimina
  5. Gigio, in realtà non so quanto il mio giudizio possa essere tanto oggettivo da consigliare qualcosa a qualcuno; ti dico che "La confraternita dell'uva" è un libro che mi è piaciuto, rende bene i conflitti generazionali di una famiglia abruzzese emigrata in un' America che chiama gli italiani con il termine dispregiativo "dago" considerandoli "creature dal sangue africano" che portano sempre il coltello con se; c'è soprattutto in questo romanzo, la difficoltà, che appartiene realmente all'autore John Fante, di vivere un Pater familias, "giudice, giuria e carnefice", adultero che ama il buon vino italiano di cui fa largo uso insieme agli amici del Cafè Roma che compongono la confraternita.
    la traduzione di alcune espressioni tipicamente americane poteva essere migliore ma nel complesso lo ritengo un buon libro.

    Spero di essere stata utile e chiara e ringrazio te e gli altri per la considerazione!
    Ciaooo!

    RispondiElimina
  6. Purtroppo tutti questi bei libri non si trovano qui in Francia, previa traduzione. Belle le foto dei fiori e se vuoi accettarlo ti ho indicato tra altri sul mio blog. Buonanotte

    RispondiElimina
  7. Wow, that's a really big tree and root,
    will be a great adventure to visit inside!

    RispondiElimina
  8. Stupendo
    Here is my homepage Montepulciano

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...